Con la progressione del revival psichedelico, i benefici della terapia psichedelica continuano a crescere in contesti diversi. Istituzioni di ricerca come l’Imperial College of London, NYU e Johns Hopkins, hanno condotto studi clinici per comprendere la psilocibina. In contesti non clinici, le persone usano anche sostanze psichedeliche per diversi motivi. Tra questi include la psilocibina e la depressione postpartum.

Oggi non ci sono trattamenti per la depressione postpartum. Ciò vale anche per le risorse per facilitarne il trattamento. Solo pochi paesi oggi rendono obbligatorio il congedo di maternità, nonostante l’aumento globale della depressione materna. Tuttavia, oggi, la terapia psichedelica mostra risultati promettenti nell’aiutare le madri a superare la condizione.

Questo articolo ti condurrà attraverso l’intersezione tra psilocibina e depressione postpartum. Esamineremo ciò che dice la ricerca e altre cose chiave da sapere. Continua a leggere per saperne di più.

Terapia con Psilocibina per la Depressione Postpartum

Non c’è ancora una documentazione formale sull’uso della psilocibina nel trattamento della depressione postpartum. Tuttavia, possiamo trarre alcune conclusioni poiché la depressione postpartum è un tipo di depressione.

In primo luogo, ci sono diverse componenti neurologiche legate alla depressione. Questi componenti sono influenzati positivamente dalla psilocibina, che può essere applicata alla depressione postpartum. Il dottor Robin Carharrt Haris sottolinea che la rottura delle reti cerebrali è il meccanismo che la psilocibina utilizza per alleviare gli stati depressivi.

In secondo luogo, ci sono resoconti aneddotici di madri con depressione postpartum che affermano che la psilocibina ha migliorato i loro sintomi. Nell’articolo di Vice del 2019, troverai storie di madri che hanno sperimentato cambiamenti positivi dopo aver usato la psilocibina. Un altro account è nei rapporti ABC7. Entrambi i casi evidenziano che le madri hanno beneficiato delle proprietà antidepressive della psilocibina.

Terapia assistita da Ketamina per la Depressione Postpartum

È allo studio anche l’uso della ketamina per la gestione della depressione postpartum. Uno studio del 2021 sul Journal of Medicine and Life ha evidenziato l’uso della ketamina per via endovenosa. I punteggi della depressione quattro settimane dopo la somministrazione di ketamina erano inferiori rispetto ai gruppi di controllo.

Uno studio molto recente completato nell’agosto 2022 evidenzia anche l’efficacia della ketamina a basso dosaggio per la depressione postpartum. Tuttavia, questa ricerca deve ancora essere pubblicata.

Fondamentalmente, l’idea di usare sostanze psichedeliche per trattare la depressione postpartum è dovuta alla loro efficacia nel gestire i disturbi depressivi. La depressione postpartum è un tipo di depressione che si verifica fino al 20% delle persone dopo il parto. Vale la pena notare che la maggior parte di queste persone in precedenza aveva problemi di salute mentale.

È necessario ancora più lavoro per comprendere appieno come applicare le sostanze psichedeliche in contesti medici e persino per le pratiche tradizionali. Comprendiamo già dagli studi attualmente disponibili che le sostanze psichedeliche possono migliorare l’umore, l’apertura e l’autocompassione, aumentando la connessione. Tutto ciò alla fine migliora la sensibilità materna e la gratificazione genitore-bambino.

MDMA per la Depressione Postpartum

L’MDMA è un’opzione comune che i ricercatori stanno esplorando per un possibile trattamento della depressione postpartum. Tuttavia, questa ricerca è ancora nelle sue fasi iniziali. Un documento MAPS mostra che la terapia assistita da MDMA può aiutare i pazienti con depressione postpartum a causa dei suoi effetti sulla pro-socialità, sull’affiliazione, sulla compassione e sull’apertura.

L’idea è che la terapia assistita dall’MDMA renda più facile per i genitori affrontare ricordi e sentimenti spiacevoli.

GABA e Depressione Postpartum

L’acido gamma-aminobutirrico (GABA) è un’altra area che richiede considerazione. È un amminoacido che media i neurotrasmettitori inibitori primari per il SNC. Questo tende a fluttuare durante la gravidanza e potrebbe essere estremamente basso. Se il livello non torna alla normalità dopo il parto, è probabile che la madre soffra di depressione postpartum.

Detto questo, un’opzione promettente è regolare i livelli di GABA nelle donne in gravidanza. Ci sono molte prove che dimostrano che l’LSD e la ketamina influenzano i livelli di GABA.

Cannabis per la Depressione Postpartum

La cannabis è una sostanza che sta guadagnando interesse in diverse parti del mondo. È usato in molti modi, incluso il trattamento della depressione postpartum. Uno studio ha esaminato il coinvolgimento degli endocannabinoidi nei disturbi depressivi. Le loro scoperte evidenziano che esiste un grande livello di inseparabilità tra il sistema endocannabinoide e il circuito che media i principali disturbi depressivi.

Lo studio sottolinea anche l’importanza degli endocannabinoidi nelle persone vulnerabili allo stress, che è un fattore di rischio per la depressione postpartum.

Considerazioni finali da Microdose Bros

Come accennato in precedenza, la psilocibina ha un grande potenziale per la gestione della depressione postpartum. Tuttavia, è importante riconoscere l’importanza di avere una buona mentalità. Fondamentalmente, dopo il parto, è importante assicurarsi di mantenere una mentalità sana prima di riprendere le attività quotidiane. Questo è un ottimo modo per combattere i rischi di sviluppare ansia, depressione e altre condizioni simili.

La psilocibina offre molti benefici per la salute, soprattutto alle neo mamme. Un’altra cosa degna di nota sono i benefici di cui godrebbe il bambino. Essere genitori non è così facile come tutti abbiamo fantasticato e le madri di solito affrontano ostacoli sociali, emotivi ed economici mentre crescono un bambino. Avere un innato senso di stanchezza e disperazione rende solo le cose complicate.

La depressione postpartum è un’area con poche opzioni di trattamento. Ecco perché è interessante scoprire che gli psichedelici stanno dando risultati promettenti per la gestione della depressione postpartum. Con l’aumento della ricerca in questo campo, la depressione postpartum sarà presto un ricordo del passato.

Come ogni altra terapia psichedelica assistita, c’è anche la necessità di combinare la psicoterapia con la psilocibina e altri psichedelici per il trattamento della depressione postpartum. Questo offre i migliori risultati e supporta le persone con diverse condizioni di salute mentale.

Sebbene questi siano risultati interessanti, la cosa migliore per chiunque voglia curare la depressione postpartum con sostanze psichedeliche è parlare con un professionista della salute.

Microdose-Bros-Ad