I funghi funzionali offrono molti benefici, tra cui il ripristino dell’equilibrio del sistema immunitario, un aumento dell’energia e il miglioramento del sonno. Tuttavia, non tutti i funghi sono ugualmente benefici per calmare la mente e il corpo, il che solleva la domanda su quali siano i migliori funghi per l’ansia. In questi giorni, le persone sono esposte a diversi fattori stressanti, e ciò può solo scatenare l’ansia.

Lasciare l’ansia non trattata aumenta i rischi di condizioni mediche croniche a causa del suo effetto sul sistema nervoso autonomo. La cosa sorprendente è che ci sono molte cose che si possono fare per affrontare l’ansia. Oggi, ci sono diverse ricerche che suggeriscono il ruolo degli adattogeni come i funghi funzionali nella gestione dell’ansia.

In questo articolo, ti guideremo attraverso alcuni funghi funzionali e come possono aiutarti a gestire l’ansia. Continua a leggere per saperne di più.

Come Aiutano i Funghi nell’Ansia?

Prima di entrare nei diversi tipi di funghi funzionali per l’ansia, vediamo come funzionano questi funghi.

Funghi e Neurogenesi

L’assunzione comune da parte di molti è che il cervello smetta di svilupparsi quando si raggiungono metà dei vent’anni. Questa assunzione supportava in generale l’idea che le persone fossero bloccate con i neuroni avuti alla nascita per tutta la vita. Tuttavia, negli anni ’60, gli scienziati hanno iniziato a mettere in discussione queste affermazioni. Oggi, ci sono nuove prove che mostrano che il cervello genera continuamente nuovi neuroni.

La neurogenesi è il processo coinvolto nella generazione di nuovi neuroni, e questo è limitato all’ippocampo nel cervello di un adulto. Questa è la parte del cervello che media le emozioni, la memoria e l’apprendimento. La ricerca mostra anche che circa 700 nuovi neuroni vengono generati nell’ippocampo ogni giorno. Inoltre, questo processo di generazione di nuovi neuroni quotidiani è legato alla neuroplasticità. La neuroplasticità descrive la capacità del cervello di adattarsi, ridisegnarsi e creare connessioni neurali.

Secondo un concetto neurobiologico, “i neuroni che si attivano insieme, si collegano insieme”. Pertanto, ogni volta che una persona sperimenta ansia a causa di un nuovo evento, la connessione tra il fattore scatenante e l’ansia diventa più forte. Poiché la neuroplasticità permette ai neuroni di creare modelli indesiderati, potrebbe essere possibile utilizzare questo potenziale per miglioramenti.

Tuttavia, ci sono diversi fattori che potrebbero influenzare la neurogenesi, tra cui l’assuefazione agli oppioidi, la mancanza di esercizio fisico, lo stress, lo stress ossidativo, l’infiammazione cerebrale, lesioni cerebrali, invecchiamento e dieta. Inoltre, la maggior parte delle condizioni neurologiche è legata a una neurogenesi compromessa.

Studi su animali e in laboratorio mostrano che gli adattogeni possono fornire supporto per la neurogenesi. Pertanto, uno stile di vita sano con adattogeni può aiutare a ridurre l’ansia e migliorare il nostro umore.

Funghi e Neurotrasmettitori

I disturbi mentali sono per lo più il risultato di squilibri chimici nel cervello. Ci sono molti tipi di neurotrasmettitori nel cervello. Studi precedenti si sono concentrati solo sull’acido gamma-amminobutirrico. Tuttavia, ci sono altri neurotrasmettitori che svolgono un ruolo, tra cui l’ormone corticotropo rilasciante, l’acetilcolina, l’ossitocina, il neuropeptide Y, gli endocannabinoidi, i peptidi oppioidi, la dopamina e la serotonina.

L’ansia si verifica a causa di un eccesso o di una carenza di messaggeri chimici che mediano le risposte emotive. I funghi aiutano ad aumentare la resistenza allo stress agendo come questi neurotrasmettitori. Anche se il loro meccanismo esatto non è completamente compreso, si presume che gli adattogeni agiscano attraverso vie che mediano le risposte allo stress.

Funghi e Infiammazione

Uno dei meccanismi di protezione offerti dai funghi è la regolazione del sistema immunitario. Questo permette al corpo di rimanere ottimale ed equilibrato e aiuta a mantenere risposte infiammatorie sane. Il sistema immunitario utilizza l’infiammazione per rispondere a fattori dannosi come sostanze chimiche nocive e lesioni. Questa risposta provoca anche gonfiore, dolore e febbre.

Ci sono risultati di ricerca che suggeriscono una connessione tra i disturbi d’ansia e l’infiammazione cronica. I funghi contengono composti che possono mediare le risposte infiammatorie. Esempi di questi composti includono ergotioneina, composti indolici e fenolici, micosteroidi, minerali, vitamine, carotenoidi, acidi grassi e polisaccaridi.

I Migliori Funghi per l’Ansia

Il consumo di funghi è per lo più legato a diversi disturbi dell’umore, tra cui depressione e ansia. Ci sono diversi tipi di funghi che le persone prendono per diverse condizioni mediche, ed ecco le tre migliori opzioni da considerare.

Reishi per l’Ansia

Questo fungo è un membro del genere Ganoderma, che gode di una grande reputazione ed è stato ampiamente utilizzato nelle culture asiatiche per molti anni. Il Reishi più comune sul mercato oggi è il Ganoderma lucidum, ed è anche conosciuto come lignzhi. La sua applicazione nella medicina tradizionale cinese include quanto segue:

  • Ridurre il disagio toracico e la tosse.
  • Calmare la mente.
  • Influenzare il cuore, il rene, il fegato e i polmoni.
  • Ricostituire il Qi

Il Reishi offre anche altri benefici, ed è chiamato anche il fungo dell’immortalità nella medicina tradizionale cinese. Il fungo è ricco di diversi composti salutari, tra cui alcaloidi, nucleosidi, proteine, aminoacidi, acidi grassi, steroidi, triterpenoidi e polisaccaridi. La ricerca mostra che questi composti sono essenziali per alleviare lo stress e migliorare i sintomi dell’ansia.

REISHI E FATICA DA MALATTIA CRONICA

La malattia cronica è un fattore che può scatenare ansia e depressione. Nella maggior parte dei casi, l’ansia è un sintomo secondario di altre condizioni, tra cui la fatica. Questa situazione è comune nei pazienti affetti da cancro al seno, poiché sperimentano principalmente fatica correlata al cancro. In molti casi, ciò porta ad ansia e angoscia emotiva. Uno studio su 48 pazienti ha dimostrato che il Reishi migliora la qualità della vita complessiva dei pazienti affetti e aiuta a ridurre i sintomi d’ansia.

REISHI E SONNO MIGLIORE

L’ansia e il sonno sono correlati. Molte volte, si è ansiosi e diventa difficile dormire. Inoltre, la mancanza di sonno lascia impatti negativi sul corpo e sulle emozioni. Il fungo Reishi aiuta ad aumentare il tempo di sonno e a ridurre il tempo necessario per addormentarsi. Uno studio mostra anche che il Reishi ha attività GABAergica, che è il sistema che regola il sonno.

REISHI E LIVELLI BILANCIATI DI ZUCCHERI NEL SANGUE

Nutrizione e salute mentale hanno anche una connessione tra di loro, e ci sono molti studi che supportano questa affermazione. Questi studi evidenziano anche che il consumo di cibi con un alto indice glicemico è correlato a probabilità più elevate di ansia e diversi disturbi mentali. Pertanto, mantenere livelli di zuccheri nel sangue equilibrati può aiutare a alleviare lo stress e l’ansia.

La ricerca mostra anche che i beta-glucani presenti nei funghi svolgono un ruolo chiave nel mantenere i livelli di zuccheri nel sangue equilibrati. Questi glucani sono presenti nel Reishi, il che lo rende un’ottima opzione per mantenere i livelli di zuccheri nel sangue.

L’Unghia del Leone per l’Ansia

Il prossimo fungo funzionale che esamineremo è l’Unghia del Leone, scientificamente noto come Hericium erinaceus. Ci sono due composti popolari in questo fungo, che sono erinacine ed ericenoni. Gli studi mostrano che entrambi i composti aiutano a migliorare la funzione cerebrale e conferiscono protezione contro il declino cognitivo legato all’invecchiamento.

L’UNGHIA DEL LEONE PER LA DOPAMINA E LA SEROTONINA

La dopamina e la serotonina sono ormoni della felicità, e sono vitali per l’appetito e l’umore. Le ricerche suggeriscono principalmente che bassi livelli di dopamina e serotonina sono collegati a disturbi dell’umore, inclusa l’ansia. Gli studi suggeriscono anche che l’Unghia del Leone influenza i livelli di dopamina e serotonina. L’Unghia del Leone influisce anche sul microbiota intestinale coinvolto nella produzione di neurotrasmettitori come la serotonina e la dopamina, entrambi dei quali giocano un ruolo nella depressione e nell’ansia.

L’UNGHIA DEL LEONE E LA NEUROGENESI

I fattori neurotrofici derivati dal cervello e i fattori di crescita nervosa sono fondamentali per la neurogenesi. Gli studi sugli animali mostrano che cambiamenti nei loro livelli sono collegati a disturbi psichiatrici e neurodegenerativi. Sono anche coinvolti nella plasticità cerebrale, specialmente nelle fasi di sviluppo.

L’Unghia del Leone contiene erinacine ed ericenoni, come menzionato in precedenza. Entrambi i composti attraversano facilmente la barriera emato-encefalica, e la ricerca mostra che proteggono anche nervi e neuroni. Inoltre, sono anche coinvolti nell’aumento dell’attività dei fattori di crescita nervosa.

Cordyceps per l’Ansia

I Cordyceps sono un gruppo di funghi con più di 400 specie; le due più comuni sono Cordyceps militaris e Cordyceps sinensis. Questi funghi vengono utilizzati per potenziare la forza dei reni e dei polmoni. Sono anche ampiamente applicati per migliorare la libido e la funzione sessuale. I Cordyceps sono anche legati alla capacità di migliorare l’umore. Gli studi mostrano che forniscono supporto alle risposte infiammatorie e sono essenziali per alleviare lo stress e l’ansia. Un’altra cosa interessante è che i Cordyceps possono contrastare lo stress ossidativo, che è causato da stress e ansia.

Come Usare i Funghi per l’Ansia

Assumere funghi funzionali per i benefici che forniscono, e per un lungo periodo di tempo, è un’ottima idea. Tuttavia, il periodo minimo consigliato per consentire che abbiano effetto è di tre mesi. Un’altra cosa da assicurarsi è che gli integratori che si consumano siano di alta qualità.

Quando si acquistano integratori di funghi, è importante assicurarsi che siano stati prodotti dal corpo fruttifero perché contiene una grande quantità di composti benefici come i beta-glucani. Indipendentemente dal tipo di fungo che si acquista, assicurarsi sempre che sia di buona qualità in modo da poterne ottenere il massimo beneficio.

Da Microdose Bros, siamo orgogliosi dei nostri metodi di approvvigionamento ed estrazione per i prodotti di funghi funzionali che offriamo. I nostri prodotti sono sicuri e di alta qualità. Non contengono riempitivi, cereali o amido. Ciò per garantire che tu possa ottenere i migliori benefici dai nostri funghi funzionali.

Allevia l’Ansia con i Funghi

La sensazione di ansia può far sentire una persona fuori controllo del proprio corpo. Tuttavia, mantenere uno stile di vita sano e assumere funghi funzionali è un ottimo modo per ridurre i sintomi dell’ansia, soprattutto dell’ansia occasionale. Se stai combattendo con un’ansia grave, ti consigliamo di cercare aiuto da un medico professionista.

Se stai cercando i migliori funghi funzionali per l’ansia, ti raccomandiamo Cordyceps, l’Unghia del Leone e il Reishi. Microdose Bros ha fiducia nell’efficacia e nella sicurezza dei prodotti che offriamo.